COME FUNZIONA UNA SEDUTA

prendersi curaLettino tipo i film sulla psicoanalisi? Terapie alla Woody Allen? Terapeuta che prende sonno nascosto dietro di voi mentre voi parlate della vostra infanzia? Ambiente buio e polveroso o freddo e asettico?

Niente di tutto questo.
Ricevo in un ambiente informale e quando ci si vedrà in studio ci accomoderemo su comode poltroncine o sedie. Una volta preso contatto con la stanza io ascolterò’ con attenzione quello che avrai da dire e cercherò di comprendere cosa stia succedendo nella tua vita e come la consulenza o la terapia possa esserti utile.
Ovviamente, nel caso non dovessi trovarti a tuo agio, potrai anche decidere di non venire più o, se sarà il caso, potro suggerirti io altri tipi di servizio, aiuto o percorsi che possono essere più adatti per il problema che porti.

Se invece decideremo di continuare si faranno alcuni incontri iniziali di conoscenza in cui tu potrai vedere come lavoro e se questo risponde alle tue esigenze e io avrò modo di conoscere la tua storia e di farmi un quadro generale di chi sei e dove si inserisce la problematica che hai riportato nella tua vita.

A questo punto si giungerà ad una fase cruciale della terapia, quella in cui ci accorderemo sull’obiettivo di lavoro a cui vorrai arrivare. Questo è fondamentale per evitare di trovarsi a girare intorno alle cose e farti perdere tempo e soldi e per evitare di voler continuamente scavare sempre più in profondità man mano che emergono cose nuove senza vedere mai la fine della terapia.
Da qui in poi inizierà il vero e proprio viaggio della terapia.
In questo cammino è importante sottolineare come non sarò io che risolvo i problemi delle persone ponendomi da guaritore o da una posizione superiore quale quella di “colui che sa” ma le aiuto a risolversi i problemi da sole creando e tirando fuori l’autonomia e la competenza che ognuno di noi ha dentro.
Conseguenza di ciò è che non amo le terapie troppo lunghe e sono molto contento quando i miei pazienti finiscono il loro percorso perché questo significa che sono in grado di aiutarsi da sé.
Quando, rispettando i tuoi tempi, avrai raggiunto e consolidato l’obiettivo prestabilito finirà (in modo graduale) anche il tuo percorso terapeutico.